VENERDÌ 17 SETTEMBRE, ALLE 21:00, GIUSEPPINA CIARLA IN CONCERTO ALL’OFFICINA PASOLINI

Poetico, dall’atmosfera sognante, soulful, intriso di profondità comunicativa e toccante trasporto emotivo. Questi sono i tratti distintivi di A Ticket Home, il nuovo album della cantante, arpista, compositrice e arrangiatrice Giuseppina Ciarla, che presenterà la sua nuova creatura discografica, totalmente autoprodotta, venerdì 17 settembre, alle 21:00, all’Officina Pasolini (Roma). Per partecipare in presenza al concerto (con posti limitati e previa prenotazione) sarà necessario esibire il Green Pass in corso di validità, oppure (in alternativa) sarà possibile seguire l’evento in diretta sulla pagina facebook ufficiale di Officina Pasolini. Disponibile in copia fisica e in formato digitale da venerdì 3 settembre 2021, A Ticket Home consta di undici brani, tra cui Oblivion (Astor Piazzolla – solo strumentale), Que Sera, Sera (Ray Evans-Jay Livingston), In Cerca di Te (Gian Carlo Testoni-Eros Sciorilli), Maria Marì (Eduardo Di Capua-Vincenzo Russo), Nature Boy (Eden Ahbez), Bella Ciao (canzone popolare), The Ballad of Sacco and Vanzetti (Joan Baez-Ennio Morricone), Billie Jean (Michael Jackson) e Libertango (Astor Piazzolla – solo strumentale) rappresentano nove intramontabili perle compositive (ri)lette ad hoc da Giuseppina Ciarla in modo strettamente personale, mentre Preghiera e L’Invasione di Farfalle sono due intense canzoni figlie della sua fervida creatività. La succulenta miscellanea di suoni, voce-arpa, lodevolmente concepita da Giuseppina Ciarla, rende già così A Ticket Home un disco estremamente singolare, impreziosito da sopraffini arrangiamenti ricchi di interessanti variazioni melodiche, intarsi armonici e sostituzioni armoniche tendenti al jazz. Inoltre, dall’ ammaliante ed evocativa leggiadria vocale e dalla sobria comunicatività del suo timbro, emerge la componente sentimentale dell’eclettica personalità artistica di questa musicista, che attraverso le sue note descrive i suoi stati d’animo con naturalezza interpretativa e generosità. Sulla sua nuova opera discografica, l’artista si esprime così: «Ho costruito questo repertorio nota per nota, visitando ogni volta il luogo della mia dimora creativa. Per un musicista classico non è un percorso consueto, ma per me è stata un’esigenza che ho coltivato tutta la vita, come si fa con una piantina sul davanzale. Amorevolmente, proteggendola dalle intemperie e dagli sguardi di tutti. Ma la piantina continuava a crescere, fino a chiedermi di cambiarle posto. Prima sul terrazzo, poi finalmente in giardino. Qui, con tutti voi. A Ticket Home è la casa, la dimora ideale, il rifugio perfetto, il luogo in cui ci si sente liberi, a proprio agio. Per alcuni di noi una ricerca costante, per altri una comoda certezza. Questo album vi porterà nella vostra casa preferita, quella dei sentimenti, dei ricordi, dell’amore e della speranza». Dunque, il concerto di Giuseppina Ciarla sarà un viaggio immaginifico denso di toccanti sensazioni, un live volto a scavare negli anfratti più reconditi dell’anima.

Previous post POPLUC “SEI”: UNA DEDICA ALLA DOLCE METÀ DEL CANTAUTORE CHE TROVA LA SUA FORZA IN UN RITORNELLO DIFFICILE DA DIMENTICARE
Next post Al Bloom inizia un’avventura inedita in 34 anni di nostra storia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *